<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d22443823\x26blogName\x3dViola+Melanzana\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/\x26vt\x3d6791898658958597221', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Viola Melanzana

un modo spiritoso per parlare delle mie passioni,dei miei esperimenti, dei miei pasticci..un modo spiritoso per trasmettere quello che so, quello che osservo, quello che continuo ad imparare ogni giorno.
 

Lasagnette o lagane

lagane

500 grammi di farina 00 oppure 250 grammi di farina 00 e 250 grammi di farina di grano duro, 4 uova, sale, un po' d'acqua tiepida, una volta fatta la sfoglia la si arrotola e la si taglia a strisce larghe... semplicemente questo per ricordare un sapore d'infanzia.
Un post sulla pasta fatta in casa non è proprio necessario nella blogofoodsfera, o tantomeno sulla ricetta della pasta in questione, quindi questo per me è come dire un post evocativo, o meglio il sapore di queste lasagnette mi evoca ricordi meravigliosi. Queste sono all'uovo, utilizzate per una succosa bolognese che fa rinvigorire gli animi, quella della mia mamma, ma tolte le uova diventano delle "lagane", tagliatelle larghe da accompagnare ai ceci. Ed era qui che volevo arrivare. Fatte le lagane queste si uniscono ai ceci, cotti tradizionalmente, e con questi messe a riposare. Chi sapeva farle divinamente era la mia nonna paterna. E quando penso a lei, oltre al suo bellissimo sorriso e alla sua simpatia travolgente, ricordo i suoi sapori e i suoi profumi. Quando nonna faceva le "lagane e ciceri" doveva farle in quantità industriale perchè tutto il quartiere si svegliava e lei distribuiva, a cominciare dal medico che abitava di fronte.
"Lagane, ciauliello, 'mnestra 'mmaritata, pane coi cicoli, pastiera, fusilli e polenta con i fagioli..." Mai nessuna mano, dopo di lei, è stata tanto abile nel regalarmi questi sapori. Ecco, oggi, con questa foto a caratteri cubitali voglio farle un regalo, sperando, col tempo, di riuscire ad avvicinarmi, da sola, ai miei ricordi...

Etichette:

« Home | Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »

At 2:16 PM, Blogger JAJO said...

Le "minestre di una volta"...... che ricordi..... e che SAPORI !!!
E' necessario SI un post del genere nel mondo dei foodbloggers, dammi retta !!! :-D
Mia nonna faceva dei pomodori al riso strepitosi: il sabato ed il martedì, in paese, c'era il forno a legna a disposizione per cuocere qualunque cosa: che sapore che avevano le lasagne, i cannelloni, il pane, i pomodori al riso...... E che bello che era correre a casa per il corso del paese, tenendo la teglia ancora bollente con un canovaccio. Emozioni e sapori che i ragazzi di oggi non potranno mai assaporare :-(    



At 4:10 PM, Blogger violacea said...

Grazie Jajo, è proprio quello che hai detto che volevo dire...
un bacione    



At 5:48 PM, Anonymous Anonimo said...

come si fa a non essere tentati da "trie e ciceri" condite semplicemente da un buon olio. Sapori semplici di campagna. Valeria    



At 5:59 PM, Blogger violacea said...

Hai proprio ragione Valeria...    



At 8:11 PM, Blogger °Alice e il vino said...

mi fa piacere, veramente, leggere questo post che evoca ricordi e sapori archiviati nel cassetto della memoria.......ricordi di infanzia e di nonne meravigliose che ci regalavano sapori difficili da ritrovare ;-)
°smack°    



At 8:23 PM, Blogger violacea said...

grazie Betti...    



At 4:36 AM, Anonymous maricler said...

A me le Lagane e ceci ricordano un concerto jazz (dei fratelli Deidda) che io e una mia amica andammo a vedere colpite forse più dalla prestanza estetica che dalle loro qualità musicali (innegabili, per carità!). Ti dico questo perchè i ricordi girano sempre, e prendono nuove forme: o forse capita a me perchè sono particolarmente rimbambita e dimentico tutto! La nonna, chissà perchè, me la ricordo tutta! Ciaooo    



At 7:09 AM, Blogger nini said...

E una meraviglia questa pasta, è vero che da noi (in Svizzera) sono rare le persone che fanno la pasta in casa!
un baciotto    



At 1:17 PM, Anonymous Orchidea said...

Questa pasta è stupenda... anche a me piace molto fare la pasta in casa...
Ciao.    



At 4:28 PM, Blogger violacea said...

Maricler: come le lagane e ceci ti ricordano un concerto jazz dei fratelli deidda? mi incuriosisce molto sta cosa...Anche io la nonna la ricordo tutta tutta è che purtroppo le mie lagane hanno poco a che vedere con le sue...sigh!

Nini: grazie! beh in effetti è sempre più raro vederle anche in un piccolo paese del sud Italia ormai, ma noi resistiamo, resistiamo...

Orchidea: fare la pasta in casa arricchisce sempre un po' le nostre piccole elaborazioni,vero? un bacione    



At 8:09 PM, Anonymous maricler said...

si si. Si era nel 2000qualcosa, io abitavo a Bologna ma trascorrevo ancora le estati giù dai miei in provincia di Salerno. E quindi manbassa di concerti e rassegne eno-gastronomiche-artigianali, che nelle nostre zone abbondano. Andai fino a Polla per vedere i Deidda, e lì offrivano le lagane e ceci. Che si fondevano col jazz, ci stavano proprio bene con quella musica. Eravamo in quattro gatti (ma chi va a Polla per vedere i Deidda? A parte le presenti...). Però un bel ricordo! Ciaooooooo!    



At 3:43 PM, Blogger LaCuocaRossa said...

io le adoro con i ceci ma mio marito non li mangia..sig!!!    



At 4:18 PM, Blogger il maiale ubriaco said...

S.q.u.i.s.i.t.e. :-) Ste-    



At 5:22 PM, Blogger violacea said...

Ciao Cuocarossa...mi dispiace che a tuo marito non piacciano, perchè io già immagino come verrebbero buone dalle tue mani!!!

Mailino ubriaco! grazie...    



At 5:40 PM, Blogger Anti said...

che bella questa pasta, somiglia tanto a quella che facevo con le mie coinquiline modenesi a Firenze...

p.s. ho messo il tuo link nel mio blog, se vuoi venire a fasre un giretto...
http://buonocomeilpane.blogspot.com/    



» Posta un commento
 
   





© 2006 Viola Melanzana | Blogger Templates by Gecko & Fly.
No part of the content or the blog may be reproduced without prior written permission.
Learn how to Make Money Online at GeckoandFly