<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d22443823\x26blogName\x3dViola+Melanzana\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/\x26vt\x3d6791898658958597221', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Viola Melanzana

un modo spiritoso per parlare delle mie passioni,dei miei esperimenti, dei miei pasticci..un modo spiritoso per trasmettere quello che so, quello che osservo, quello che continuo ad imparare ogni giorno.
 

Dolce di castagne o....castagnaccio di nonna Lina

castagnaccio
Sono anni che vedo prodursi questo dolce dalle mani di mia madre, un dolce che lei e le sue sorelle amano tanto. Da quando ero bambina l'inverno lo si percepiva anche da questo, quando in casa si faceva il castagnaccio stava per arrivare il freddo. E, sempre, anche per l'amore di tenere in vita una tradizione, che ogni anno, con l'arrivo delle castagne, il dolce si rifà. Il castagnaccio in questa versione un po' insolita lo faceva mia nonna, la mia nonna siciliana, che io purtroppo non ho mai conosciuto, ma della quale ho sentito i profumi e i sapori attraverso le ricette che lei ha sempre fatto e che le figlie, con grande costanza, ci hanno sempre regalato. La famiglia è grande, mamma di quattro figli, i nipoti sono tanti, alcuni di noi hanno avuto il dono di conoscerla, altri come me purtroppo no, ma sappiamo tanto di lei anche grazie a questo. Questo è il dolce di nonna Lina, che ogni volta non è mai come lo faceva mia nonna, ma che tanto di lei sa...

farina e passapatatepalline di castagnaccioschiacciare pallapalla schiacciatacon mattarellocon mattarello2stesastendere crema di burrostendere crema di burro 2rotolorotoli con cremarigare rotoli

Ingredienti per sei tranci di castagnaccio
(le dosi sono quelle di nonna)

Per il rotolo
1 kg di castagne sbucciate
100 gr di cacao amaro
200 gr di zucchero
latte a piacere

Per la crema
200 gr di burro
1 tazzina di zucchero o 100 gr di zucchero
caffè

Sbucciare le castagne e metterle in una pentola con acqua fredda sul fuoco. Quando saranno morbide, scolarle e iniziare a spellarle ancora calde, questa è l'operazione più difficile, perchè le castagne sono calde, ma è bene farlo quando sono ancora bollenti. Una volta spellate si passano al passapatate e si schiacciano in modo da farne una farina. La farina così ottenuta deve essere lavorata con lo zucchero e il cacao, l'aggiunta di latte serve per ammorbidire il tutto e rendere il composto perfetto per essere lavorato. Una volta terminata quest'operazione si formano tante palline, noi ne abbiamo fatte sei.
Intanto si prepara la crema di burro. Il burro deve essere morbido per essere ben lavorato. In una terrina si lavora il burro con lo zucchero e ci si aggiunge il caffè a piacere a seconda del gusto.
Su una spianatoia di legno si stende un canovaccio umido e ci si pone la pallina. La si pressa leggermente con le mani e la si copre con un altro canovaccio umido. Con un mattarello si stende ulteriormente fino a farne una sfoglia. Ci si mette la crema di burro e la si spalma fino a ricoprirla tutta. con l'aiuto dei canovacci si forma un rotolo e si continua così per le altre palline. Ogni rotolo verrà alla fine ricoperto con la crema rimanente. Riporre i rotoli in frigo e farli stare per almeno cinque ore prima di mangiarlo. Più tempo sta in frigo e meglio è.


Etichette:

« Home | Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »

At 9:37 AM, Blogger Tulip said...

Violacea, ecco, mi andrebbe proprio una fetta questa mattina!!

:))))))    



At 12:06 PM, Blogger sediciaprile said...

Viola il risultato è splendido..ma di questi tempi qui le castagne sono finite..aspetterò il prossimo autunno (:)Baci    



At 12:48 PM, Blogger violacea said...

Tulip: una fetta, anzi una fettona è per te!un bacione
Barbara. in effetti questo è un dolce autunnale, ma per fortuna qui le castagne ci sono ancora e quindi abbiamo approfittato..un bacione    



At 8:08 PM, Blogger nini said...

L'adoro!!!Per fortuna non l'ho sotto il naso!!    



At 8:26 PM, Blogger Orchidea said...

Bellissimo il tuo racconto... e proprio bella ricetta. La salvo e proverò appena mi sarà possibile reperire le castagne.
Ciao.    



At 10:20 PM, Blogger venere said...

Ottimo Viola! le castagne mi piacciono proprio... ed anche il tuo meme (missione compiuta!)    



At 11:29 PM, Blogger violacea said...

ciao Nini, è buono vero?

Orchidea, questa era la ricetta con la quale avrei voluto partecipare nel tuo blog,ma ahimè non ho fatto in tempo a farla per novembre...

Venere, ho visto ho visto, le tue risposte sono bellissime e le tue ricette...slurp!!!    



At 8:59 AM, Anonymous Anonimo said...

è posibile sostituire la crema al burro con qualche cosa di diverso?    



At 11:58 AM, Blogger JAJO said...

Mi è piaciuta proprio la ricetta ma, ancora di più, il "ricordo" che tu hai di tua nonna :-) La sua vera essenza.

Hehehe ho delle castange lessate e surgelate in frigo :-P    



At 9:31 PM, Blogger violacea said...

Ciao Anonimo: no, purtroppo non è possibile sostituire la crema di burro, è fondamentale per questo tipo di dolce. L'unica cosa che puoi regolare a piacere è la quantità di caffè...so che è ipercalorico così,ma è quello che gli dà il sapore che ha.

Jajo: grazie! Quando farai il dolce fammi sapere, l'unico consiglio che ti posso dare è di ripassare le castagne, perchè per passarle bene devono essere molto morbide e calde...bacioni    



At 1:59 PM, Anonymous Anonimo said...

Ciao Cuginetta,
non sono riuscita ancora a provarlo, ma sono sicura che è venuto buonissimo appena torno a casa me ne faccio una scorpacciata.
Un bacione    



At 6:05 PM, Blogger °Alice e il vino said...

Ciao Adele....veramente iper-iper calorico, ma soprattutto mi sembra iper-iper buono..... :-P
p.s.:: bellissima la descrizione fotografica !!!
in bacio,
bEttI    



At 6:13 PM, Blogger violacea said...

cuginettaaa:mi sa che non trovi niente più!!!

Betti: si purtroppo è davvero iper calorico cozza con tutte le categorie di dietologi uniti nella tortura psicofisica umana. Scherzi a parte è buono sì... grazie per i complimenti.un bacione    



» Posta un commento
 
   





© 2006 Viola Melanzana | Blogger Templates by Gecko & Fly.
No part of the content or the blog may be reproduced without prior written permission.
Learn how to Make Money Online at GeckoandFly