<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d22443823\x26blogName\x3dViola+Melanzana\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/\x26vt\x3d6791898658958597221', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Viola Melanzana

un modo spiritoso per parlare delle mie passioni,dei miei esperimenti, dei miei pasticci..un modo spiritoso per trasmettere quello che so, quello che osservo, quello che continuo ad imparare ogni giorno.
 

almost perfect cheesecake

cheesecake 2
Dalla mia prima volta a Londra, con "the imported american cheesecake", non ho potuto dimenticare lo strano, formaggioso e stuzzicante sapore di questo tipico, forse veramente unico, dolce newyorkese. Un giorno, per caso, mi imbatto in una ricetta: "questa è l'originale", mi disse colei che me la diede, "me l'ha data un mio amico poeta inglese". Già che di originale non aveva nemmeno la paternità, essendo la formaggiosa torta di nazionalità americana, in ogni caso, magari colpa mia nel non aver saputo riprodurre bene, il risultato fu discreto, ma per niente simile ai ricordi dell'estate '90 in England. Dopo tutto sto tempo grazie a un piccolo vademecum attaccato al coperchio della philadelphia yo (non usata, meglio la normale) e una ricetta della cavoletta sempre sullo stesso gambero rosso di aprile 2008, ho impastato mentalmente un paio di informazioni e unendo le due fave mi son ritrovata sto piccione.
cheesecake 1
Il primo esperimento l'ho accompagnato ad una salsa di more, le ultime prima dei devastanti incendi dello scorso agosto, che avevamo ben pensato di congelare (mai a pensare che in questo prossimo agosto non le avremo potute raccogliere!), il secondo con una salsa di fragole.
Foto del primo reperto non pervenute, vista la scarsa eleganza estetica della torta (più buona, a detta di alcuni, della seconda), del secondo esperimento, preparato in occasione del compleanno di Gianni, ho testimonianza digitale, anche se la stanchezza post giornata marina cilentana e il magnifico riesling di accompagnamento non mi hanno fatto essere all'altezza dei miei colleghi foodphotoreporter!
L'importante è che era buona e facilissima da preparare!

Ingredienti
Per la base
200 gr di McVities Digestive (qui sono categorica o digestive o niente!)
60 gr di burro
1 cucchiaino di cannella

Per il ripieno
250 gr di philadelphia
150 gr di panna per dolci
il succo di un limone
2 fogli di gelatina
70 gr di zucchero a velo

Per la salsa alle fragole
300 gr di fragole + 100 gr per la decorazione
60 gr di zucchero
1 limone

Frullare i biscotti nel mixer, aggiungere il burro fuso, la cannella e continuare a mescolare. Disporre i biscotti, aggiustando con un cucchiaio, in una teglia a cerniera ricoperta di carta da forno (consiglio di bagnare la carta prima di usarla) e lasciar riposare in frigo per almeno mezz'ora (più sta e meglio è).
Mettere in ammollo i fogli di gelatina in acqua fredda per almeno una decina di minuti. Riscaldare il succo del limone fino a renderlo tiepido e sciogliervi la gelatina strizzata. Lavorare il formaggio con la forchetta, aggiungere la panna, lo zucchero a velo e il succo di limone con la gelatina, amalgamare per bene il tutto e ricoprire la base di biscotti. Lasciare riposare in frigo per circa tre ore. Frullate le fragole che avrete lavato e privato delle foglioline. Aggiungere lo zucchero e il succo del limone e cuocere a fuoco basso finchè si sarà ridotto un poco. Fate raffreddare e riposare in frigo. Potete decorare la torta come più vi pare, io ho preso spunto da Sigrid e dai suoi minicheesecake, tagliando le fragole a metà e rivestendo il bordo della teglia. Aggiungere la salsa alla torta solo prima di servirla.
PS: il giorno dopo è ancora più buona!

Etichette: ,

« Home | Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »

At 7:36 PM, Blogger JAJO said...

Alla faccia del "piccione", Adele :-D
Ma chettepòssino.... non hai letto che sto a dieta ?!? hahahahaha    



At 12:40 AM, Blogger JAJO said...

P.S.: ieri ho fatto una pasta con filetto di salmone fresco, olive di Gaeta, capperi di Lipari e pomodorini; ci abbiamo bevuto un Piedirosso di "Vigne Sannite" (conosci ?). La prossima volta lo provo col Tortano :-D    



At 11:12 AM, Blogger Orchidea said...

Ma è bellissimo e sicuramente sarà anche buono!
Ciao.    



At 11:55 AM, Blogger violacea said...

@Jajo: beh veramente io starei sempre a dieta (se ci credi!!!) il piedirosso Vigne Sannite mi sa che non l'ho provato ancora mentre ho assaggiato l'Agostinella beneventano bianco sempre di Vigne Sannite. Conosco l'enologo della cooperativa,Maurizio De Simone, molto bravo, puoi leggere di lui sul sito dell'AIS Napoli!

@Orchidea: grazie mille! Sì è buona e infatti sono contenta di aver trovato la combinazione giusta, semplice e gustosa, da fare. un bacione    



At 2:52 PM, Blogger L. Regni said...

MMMMMMMM
è un attentato!
è delizioso il tuo blog ! (l'ho scoperto leggendo su GLAMOUR l'articolo su FOOD BLOG ).
è la prima volta che capito e mi sa che ti ruberò qualche ricetta di tanto in tanto !!
per ricambiare linkerò il tuo blog sul mio .
ancora brava VIOLA! ( anche il colore è ottimo!)
saluti a te.
Lucrezia    



At 7:58 PM, Anonymous Anonimo said...

Credetemi davvero buona la torta, perchè? Bhe...perchè l'ho provata (o dir si voglia "saggiata"), brava Adele e.......grazie ancora.

P.S. Attendo la ricetta della caprese GIALLA (Te prego).

A.    



At 10:58 AM, Blogger Ciboulette said...

Se e' almost perfect la devo provare! A parte che mi sembra proprio perfect anche la presentazione..... :)
Non ho nessun ricordo dell'american cheese cake newyorkese, quando ci siamo ricordati di fotografarla l'avevo gia' finita! Eloquente la foto del piatto vuoto e della mia espressione estaziata, capisci perche' devo assolutamente provare a farla con questa ricetta...un bacio :))    



At 1:59 PM, Blogger violacea said...

@Lucrezia: Grazie mille per la visita e per le belle parole, ruba tutto quello che vuoi!un bacione

@A: penso di sapere chi c'è dietro questa A...Grazie a te piuttosto per lo splendido weekend. Per la caprese ho trovato qualcosa, la faccio e vediamo se assomiglia lontanamente a quella di Carminuccio! un bacione e salutami la tua bella!

@ciboulette: allora mi puoi capire, anche tu vittima della torta formaggiosa. Questa è facilissima, non c'è cottura, quindi ancora più semplice e buona, penso di aver trovato un piccolo compromesso con i miei ricordi...bacioni    



At 10:07 PM, Anonymous Pia Sorrentino said...

Ho provato a fare questa splendida cheesecake. E' venuta buona, ma sicuramente migliorabile, soprattutto esteticamente. Ho già stampato la ricetta, prossimamente ci riproverò senza dubbio.    



At 10:42 AM, Blogger angie said...

Che acquolina! Secondo te posso sostituire la panna con dello yogurt denso? È che a scuola non faccio altro che magná ;), quindi vorrei avere una giustificazione nel momento in cui mi faccio spudoratamente pure il tuo cheesecake una volta tornata a casa :P
baciotti    



At 2:22 PM, Blogger salsadisapa said...

è uno spettacolo! voglio provare anch'io ad usare più yogurt e meno panna.. la base mi sa che è una delizia :-P
senti carissima! ho indetto una specie di raduno di chi negli '80 si è strafogato di panna&salmone tanto da non poterne più... se hai voglia e tempo partecipa anche tu! :D    



At 12:00 PM, Blogger violacea said...

Sì sì, si può sostituire alla panna lo yogurt oppure si può usare direttamente la philadelphia yo più magra e con una base di yogurt. fatemi sapè!    



At 10:32 PM, Blogger astrofiammante said...

io ho fatto un cheese cake con yogurt
e robiola e panna ed è venuto altrettanto bene.......complimenti per il tuo ovviamente che ha l'aria di essere super slurposoooo, ciaoooo!    



At 11:28 PM, Blogger Gunther K.Fuchs said...

cosa non farei per un cheese cake cosi buono    



At 9:05 PM, Anonymous anto said...

Ciao Violacea, la tua ricetta è spettacolare...mi sono permessa di inserirla anche sul mio blog...http://cucinanto.splinder.com/...se ti va vieni a visitarlo!    



At 11:15 PM, Blogger manu&silvia said...

Wow sembra una delle nostre torte....ci vengono buone, ma mancano di...aspetto estetico!!
Già che ci siamo ne approfittiamo per dirvi che abbiamo aperto un nuovo blog tutto nostro: Spizzichi&Bocconi (spizzichiandbocconi.blogspot.com)...se volte venire a darci un'occhiata....    



At 5:59 AM, Blogger Mammazan said...

Sono capitata per caso sul tuo blog perchè già il nome mi ha ispitato..
Non ho fatto un commento sui peperoni perchè mi doleva il cuore a vederli così invitanti e ricordare quanto mi danno "fastidio" quando li mangio.
Ma il cheese cake NOOOOOOOOOOOOOO non mi fa male ed è fantstico!!
Ciao
Grazia    



At 2:47 PM, Blogger FairySkull said...

Golosissimo !!!!! Ciao Lisa
http://ricettedafairyskull.myblog.it    



» Posta un commento
 
   





© 2006 Viola Melanzana | Blogger Templates by Gecko & Fly.
No part of the content or the blog may be reproduced without prior written permission.
Learn how to Make Money Online at GeckoandFly