<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d22443823\x26blogName\x3dViola+Melanzana\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/\x26vt\x3d6791898658958597221', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Viola Melanzana

un modo spiritoso per parlare delle mie passioni,dei miei esperimenti, dei miei pasticci..un modo spiritoso per trasmettere quello che so, quello che osservo, quello che continuo ad imparare ogni giorno.
 

Penne al pesto con patate e piselli - club S&P

penne al pesto con patate e piselli
E' con questa verdegialla ricetta che ho deciso di dare il mio contributo al club per il mese di giugno, memore ancora del mio soggiorno ligure. La voglia di pesto per quanto mi riguarda non scema mai e in nessuna stagione per cui, di solito, quando vedo che il basilico nell'orto sta per terminare mi sbrigo a trasformarlo in pesto per averlo tutto l'anno. Adesso i miei vasetti di basilico sono ben rigogliosi e il pesto lo faccio in estemporanea e ne approfitto per mangiarlo in tutti i modi. Diciamo che lo metto un po' ovunque, anche nel sugo di pomodoro....è una goduria!
Questa ricetta è estrapolata da un Sale&Pepe di Maggio 2002, Cannella la definirebbe vintage anche se ho fatto di peggio.. e prevedeva l'uso di trofie al posto delle pennette rigate che ho scelto io, ma oltre a non averle in casa le trofie, non mi piacciono proprio e dal momento che c'erano i piselli non mi andava nemmeno di usare una trafila lunga, per cui la scelta delle penne è stata quasi obbligata. Il giorno dopo, ospite a pranzo, ho ritrovato lo stesso piatto!!! Ma al posto dei piselli c'erano dei tenerissimi fagiolini, bello eh! Bis con variante, ottimo! Consiglio per questo piatto di usare pisellini novelli, mentre per la variante fagiolini si può usare una trafila di pasta lunga, trenette, linguine o semplici spaghetti, il procedimento è poi uguale....

Ingredienti per 4 persone
320 gr di penne
una grossa patata
500 gr di pisellini novelli
250 gr di pesto
un ciuffo di basilico
grana grattugiato
olio extra vergine di oliva
sale

Sgusciate i piselli, sbucciate la patata, lavatela e tagliatela a dadini. Portate a ebollizione abbondante acqua salata, aggiungete prima i piselli e la patata a dadini e dopo qualche minuto le penne e cuocete tutto insieme. Praticamente i piselli e la patata hanno bisogno di almeno 12 minuti di cottura, quindi regolatevi con il tempo di cottura della pasta. Versate il pesto in una casseruola e stemperatelo con un mestolino di acqua di cottura della pasta. Scolate la pasta con piselli e patate nella casseruola e mescolate delicatamente, irrorate con un filo d'olio crudo e decorate con un ciuffetto di basilico fresco. Aggiungete il formaggio grattugiato e mangiate!
« Home | Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »

At 9:49 PM, Blogger apprendistacuoca said...

che pasta fresca! l'ideale per gli attacchi di fame estiva, non so mai cosa mangiare perchè è tutto troppo caldo o troppo poco solido (AMO il gelato ma dopo un po'...)!
poi il pesto è sempre IL PESTO!    



At 11:23 AM, Blogger Deborah said...

Anche io di solito nel pesto ci metto le patate a cubetti ed i piselli! è un modo per arricchire il pesto che ho scoperto qualche tempo da un caro amico ligure e che non ho più abbandonato!
La tua pasta ha davvero un ottimo aspetto e la foto fa venire una voglia irresistibile di...mangiare!!    



At 3:31 PM, Blogger violacea said...

Apprendistacuoca: se la mia pasta ti piace i tuoi dolcetti mi fanno letteralmente impazzire, sei diventata una professionista!un bacione e un grende in bocca al lupo!

Deborah:hai ragione penso proprio che questo sia un modo tutto ligure di usare il pesto, meraviglioso non trovi? grazie per i complimenti...    



At 10:13 PM, Blogger apprendistacuoca said...

bè, dai ci sto provando...
grazie comunque!!!
ricambio il bacione e...crepi!!    



At 2:55 PM, Blogger Dolcetto said...

Adoro la pasta al pesto e con l'aggiunta di patate e piselli dev'essere ancora più gustosa.. Mi hai fatto già tornare l'appetito anche se è da poco passato il pranzo...    



At 7:52 PM, Blogger cannella said...

Eh eh eh, altro che vintage, questa volta hai fotografato anche il documento originale...che non è più un giornale, è quasi un incunabolo!!!!
Bellissima ricetta, ma dimmi, il tuo orto dovevi proprio nominarlo??? Lo sai che mi fa arrabbiare di brutto...
Baciotti grossi!    



At 9:54 PM, Blogger violacea said...

Dolcetto: che bello, se fa venir fame dopo pranzo allora sono ancora più contenta ;)!

Cannella: incunabolo, bellissima parola!!!ma lo sai che mi son pure trattenuta, avrei dei fiori di zuccaaaaaaaaaaa freschi freschi grandi grandi...!!!!!!!!!
smack ;)    



At 2:26 AM, Blogger Betty Coltrane said...

Dio.... ma che buono sembra!!!!!! provo a farla, e doppo te dico qualcosa! ;P    



At 5:02 PM, Blogger sediciaprile said...

da vera genovese sono estasiata da questa variante...un abbraccio Viola ti continuo a seguire anche se sono momentaneamente ferma in cucina...Barbara    



» Posta un commento
 
   





© 2006 Viola Melanzana | Blogger Templates by Gecko & Fly.
No part of the content or the blog may be reproduced without prior written permission.
Learn how to Make Money Online at GeckoandFly