<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d22443823\x26blogName\x3dViola+Melanzana\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/\x26vt\x3d6791898658958597221', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Viola Melanzana

un modo spiritoso per parlare delle mie passioni,dei miei esperimenti, dei miei pasticci..un modo spiritoso per trasmettere quello che so, quello che osservo, quello che continuo ad imparare ogni giorno.
 

Bagno di luna

sabato, luglio 19, 2008

Riporto qui di seguito il comunicato stampa sull'evento che si terrà domenica 20 luglio nel piccolo comune di Scala, Ravello (SA) all'interno del più vasto programma del Ravello festival edizione 2008. Un momento degustativo curato dai Viticoltori de Conciliis con l'ausilio del ristorante Il Papavero di Eboli (SA), che precede il suggestivo concerto del plenilunio. Viticoltori de Conciliis e Ristorante il Papavero sono un connubio perfetto, secondo me, per regalare emozioni indimenticabili. Il comunicato forse potrà sembrare criptico, ma è una scelta, pensata e voluta, perchè quello di domenica sarà un percorso, non una semplice degustazione, un racconto silenzioso, un'introduzione "sensoriale" all'emozione del concerto che seguirà, un incontro attraverso i sensi con l'oltresenso.
...Provare per credere, io ci sarò, dietro i tavoli e in silenzio, felice e fortunata di dare il mio piccolo contributo a queste persone eclettiche e meravigliose...


Domenica 20 luglio all’interno del Ravello Festival edizione 2008
il percorso evento Bagno di Luna a cura dei Viticoltori de Conciliis
introdurrà le musiche di Berio, Gaure, Ravel, Tournier eseguite
dall’Ensamble Teatro San Carlo per il concerto del Plenilunio di Luglio.

L’allestimento degustativo, curato dallo chef Domenico Vicinanza del ristorante il Papavero di Eboli (SA), inizierà alle 21,30 per concludersi 90 minuti prima dell’inizio del concerto previsto per la mezzanotte.
Nel magico scenario di Scala, Ravello (SA), precisamente nella piazzetta di Minuta, silenziosamente, senza l’ausilio di nulla se non delle proprie mani, si degusteranno i piatti dello chef che ripercorrono in tre momenti scanditi dai due vini, donnaluna aglianico e donnaluna fiano, i colori della fase lunare: da quando rossa sorge fino a quando rossa tramonta passando per la bianca fase dello zenit.

L’edizione 2008 del festival di Ravello prende in considerazione il tema delle diversità: "nella sua accezione positiva, come feconda coesistenza e pacifico confronto fra entità diverse, non omologate; e nella sua accezione negativa, come rifiuto dell’uguaglianza, dell’equità, della tolleranza, dell’inclusione".

Il percorso Bagno di Luna, attraverso i suoi principali protagonisti. la luna, il vino e il silenzio, sarà la porta d’accesso dei sensi verso un mondo di sogno, in un onirico percorso a ritroso nella coscienza della terra.
Il viaggio onirico toccherà, stimolandoli e forse confondendoli, tutti i sensi dei partecipanti attraverso la luce, la danza, il cibo e il vino.

Domenica 20 luglio 2008 , Scala
Concerto del Plenilunio di Luglio
In collaborazione con il Comune di Scala

Piazzetta di Minuta, ore 21.30
Bagno di Luna
Degustazione a cura dei Viticoltori De Conciliis

Basilica di Sant’Eustachio, ore 22.45
Ensemble del Teatro di San Carlo
Direttore: Stefania Rinaldi
Mezzosoprano: Patrizia Porzio
Musiche di Ibert, Tournier, Verdalle, Fauré, Berio

Posto unico per i due eventi € 25
Biglietteria del Ravello Festival
Per informazioni e prenotazioni
tel. +39 089 858 422
+ 39 334 6264222
boxoffice@ravellofestival.com
Il Box Office, sito in Ravello di fronte l'ingresso di Villa Rufolo,
è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle 20.

Etichette: ,

Time out food

mercoledì, luglio 16, 2008

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i",
piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare
gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi e' infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge, chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,
chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.


Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare..
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.


Marta Medeiros

Etichette: ,

I peperoni da leccarsi i baffi!

venerdì, luglio 04, 2008

DSCN4156
..quanto tempo sarà passato dall'ultimo post? due, tre settimane, un mese? non lo so..è che le vicende si accavallano, le diete incalzano ( i tentativi..più o meno), il caldo, e tanti altri fatti vari ed eventuali che qui non si trova il tempo, l'ispirazione, la testa per aggiornare quello che è invece un sano passatempo scacciapensieri.
Decido così di ritornare in gioco con dei manicaretti da leccarsi i baffi, quelli che potreste portare ad una cenetta informale e nessuno ne rimarrebbe scontento, anzi, quelli che potreste usare per una cenetta galante (rossi o gialli questi peperoni sono digeribilissimi, quindi ci può essere anche un dopocenetta altrettanto galante), quelli che potreste portare ad un laboratorio/gabbia di simpatichecanaglie/fucina/degustazione di vini inossidabili come coloro che l'hanno ideato e acchiapparvi pure l'applauso o , infine, viste le alte temperature di queste ultime settimane, quelli che portereste in un cestino di vimini sotto le stelle su una spiaggia deserta ( a trovarla adesso la spiaggia deserta ce ne vuole anche a mezzanotte, ma se avete un balcone potete usare quello, sperando di vedere almeno le stelle, cappa di afa permettendo) e chi s'è visto s'è visto!
Insomma: versatili, colorati, profumati, boni davvero, i manicaretti involtini di peperoni sono ottimi per tutte le occasioni (mi pare un claim, scusate..deformazione professionale), quindi non vi resta che provare per credermi!!!
PS: vi basta per farmi perdonare???
da Sale&Pepe agosto 1995 (very vintage)

Ingredienti
3 grossi peperoni
6 fette di pane
un cucchiaio di capperi
un mazzetto di prezzemolo
6 filetti di acciughe sott'olio
origano
peperoncino
olio extravergine di oliva
un mazzettino di rucola

Tagliate a falde i peperoni, dopo aver eliminato picciolo, semi e nervature bianche. Fateli abbrustolire sulla griglia o in forno sotto il grill già caldo, finchè la pellicola si sarà annerita e si staccherà, poi spellateli. Private della crosta le fette di pane e passatele nel mixer. Tritate i capperi, con un ciuffo di prezzemolo e i filetti di acciuga. Unite il pane, un pizzico di origano, uno di peperoncino e 2 o 3 cucchiai di olio, per ammorbidire il composto. Suddividete la farcitura sulle falde di peperone, arrotolate per formare degli involtini e fermateli con uno stuzzichino. Poco prima di servire, stracciate con le mani qualche foglia di rucola, distribuitela sugli involtini e irrorate di olio.

Etichette: ,

 
   





© 2006 Viola Melanzana | Blogger Templates by Gecko & Fly.
No part of the content or the blog may be reproduced without prior written permission.
Learn how to Make Money Online at GeckoandFly