<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d22443823\x26blogName\x3dViola+Melanzana\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/\x26vt\x3d6791898658958597221', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Viola Melanzana

un modo spiritoso per parlare delle mie passioni,dei miei esperimenti, dei miei pasticci..un modo spiritoso per trasmettere quello che so, quello che osservo, quello che continuo ad imparare ogni giorno.
 

Storie di ordinaria follia....!!!!

A me sono entrati i ladri in casa...la macchina fotografica mi è stata rubata oltre documenti e soldini vari che stranamente avevo nel portafogli perchè dovevo pagare il gasolio per il riscaldamento (eh si il metano sulla montagnella non arriva e non arriverà mai!!!) foto gastronomiche sospese dunque, denuncia fatta con tanto di segnalazione di una coincidenza strana avvenuta lo stesso giorno del reato, ma che i carabinieri di mozzarellandia non hanno tenuto in nessunissima considerazione (dicendomi: "eh signò è inutile che vi applicate quelli i latri scavalcano anche 4 metri di muro per rubarsi due taniche di benzina!!!") per via del troppo lavoro d'ufficio da sbrigare e bla bla bla, povera italietta dico io e poi...gettando l'occhio sul quotidiano repubblica del 2 febbraio ecco che notiziola mi ritrovo: TENTA DI IMPICCARSI IN CELLA. PROCESSATO: PAGHI LE FEDERE
La cosa è alquanto assurda! Un detenuto curdo riduce due federe a striscioline, si mette il cappio al collo perchè ha deciso di farla finita. Le guardie del carcere triestino del Coroneo in cui il signore curdo era detenuto se ne accorgono e lo salvano. Fin qui tutto bene! Ora che succede però? Che lo stato italiano rivuole i soldi delle federe! E non è uno scherzo siori miei!!! L'aspirante suicida che nel frattempo è uscito di prigione e ha anche ottenuto asilo politico rimborsa il dovuto, euro 7.00 pensando che sia finita lì. Invece no. Sarà pure stato depresso il povero curdo, ma lasciare questo mondo sbrandellando le povere federe del carcere triestino proprio non sta bene allo stato italiano, no e poi no!!! Quindi la cosa va avanti...I giudici pensano che il risarcimento di sette euro non basta, ci vuole una sanzione. Sia messo agli atti: Il depresso ha degli obblighi da rispettare, non può usare beni di pubblica proprietà per gli affaracci suoi, no e poi no!
(come è preciso lo stato italiano eh, la svizzera ci fa un baffo a noi italianucci ucci ucci!!!)
Ecco quindi la multa quantificata: 30 euro! Basta così, dunque??? Ma certo che no!!! Si va avanti, il difensore del povero depresso curdo va in appello e chiede che il suo cliente venga assolto, in fondo la situazione in cui si è prodotto il reato, cioè lo sbrandellamento delle federe, era stata drammatica, il detenuto si trovava in uno stato di estrema prostrazione ecc ecc... Tre magistrati si riuniscono in camera di consiglio e mumble mumble...pensano...mumble mumble...La LEGGE E' LEGGE: IL CURDO NON PUO' ESSERE ASSOLTO!!! Arriva una nuova condanna, ma la multa viene ritoccata: invece di 30 euro, ne bastano solo 25 a saldare lo sbrandellamento delle candide profumate e meravigliose federe del Coroneo. Non è escluso però che la faccenda delle federe approdi in Cassazione.
Dico io, dunque, ai nobili e illustri caramba boys di mozzarellandia: prendete esempio, siate più solerti e che non si dica che la giustizia non funziona al sud, suvvia, a Trieste funziona eccome...e
non fatevi dire che a mozzarellandia si dorme solo, su su, lavorate un po' anche voi, su su su!!!

PS: l'articolo dal quale è presa la notizia sul post appena pubblicato è a pag 5 di Repubblica, 2 febbraio 2009, di Alessandra Longo
« Home | Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »
| Next »

At 9:17 PM, Blogger Jul e Mo said...

Ci dispiace per i ladri!!! Dev'essere stato terribile....
Per l'altro fatto, beh, è terribile anche quello... Però intanto abbiamo il Premier che rilascia interviste sulle sue reti in cui dice che anche lui è con i cittadini... Di fare qualcosa per i cittadini invece che interviste, proprio non se ne parla..-_- Abbiamo solo vent'anni( ...più o meno....:P ) e siamo già stufi di quest' italia... Però sai, credo sia peggio ancora rassegnarsi dicendo - tanto non cambierà nulla- ecc... quindi, almeno nel nostro piccolo qualcosa cambieremo!
Buona fortuna per i ladri, spero li prendano, anche se non so se li cercheranno troppo -_-...    



At 11:10 PM, Blogger Rossa di Sera said...

Mi dispiace tanto per il furto... So che significa, ho vissuto anch'io quest'esperienza, anche se tempo fa...
Speriamo che li trovino, quei ladri e riavrai la tua macchina fotografica e tutto i resto!
Un abbraccio!    



At 12:43 PM, Anonymous Martina said...

Ti voglio esprimere la mia solidarietà per questo furto, anch'io anni fa ho avuto questa esperienza e non è stato bello anche se non hanno rubato niente. Sentirsi violati nella propria casa è uno starno effetto, sapere che ignoti hanno toccato le tue cose e hanno visto la tua roba è una violenza...Pessimisticamente mi viene da dirti che la macchina fotografica non la riavrai più, e l'unica cosa che puoi fare è vivere questa brutta esperienza sfogandoti facendo le cose che ti piacciono di più. Un abbraccio, Martina.    



At 12:07 AM, Blogger La Redazione said...

No comment! Non ci sono parole! Siamo tutti sulla stessa barca.. Ti sono vicina.    



At 11:23 AM, Blogger violacea said...

Grazie ragazzi, grazie a tutti, siete dolcissimi...Io adesso sto molto meglio, i danni sono stati di poco conto, e tutto è superabile...un bacione e grazie ancora!!!    



At 10:08 AM, Blogger JAJO said...

Ciao Adele, avevo lasciato un messaggio ma non lo vedo (ma blogger non è nuovo a scherzetti del genere per me).
Volevo darti un abbraccione non per il valore delle cose rubate (a me hanno rubato una macchina di 2 anni proprio a novembre, uno scherzetto da 45 milioni di vecchie lire tra valore perso e necessità di acquistarne una nuova) quanto proprio per l'idea del furto in se stessa: è una violazione della nostra intimità, delle nostre sicurezze, che ti lascia addosso una sensazione sgradevole per molto tempo, purtroppo.
Ti rinnovo l'abbraccione, sperando di rivedere presto le tue belle foto.
La storia che hai riportato, poi, è assurdamente "italica" :-(
Jacopo    



At 6:48 AM, Blogger nini said...

E davvero una gran brutta cosa essere derubati!E capitato anche a me, ed è stato proprio brutto.Pero' li hanno beccati..
Certo che l'Italia, è davvero un paese unico!
bacioni    



» Posta un commento
 
   





© 2006 Viola Melanzana | Blogger Templates by Gecko & Fly.
No part of the content or the blog may be reproduced without prior written permission.
Learn how to Make Money Online at GeckoandFly