<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d22443823\x26blogName\x3dViola+Melanzana\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/\x26vt\x3d6791898658958597221', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Viola Melanzana

un modo spiritoso per parlare delle mie passioni,dei miei esperimenti, dei miei pasticci..un modo spiritoso per trasmettere quello che so, quello che osservo, quello che continuo ad imparare ogni giorno.
 

Voilà les croquettes!

venerdì, novembre 16, 2007

crocchè
penso che tutti sappiano come si fanno i crocchè, le crocchette, le palline impanate di patate per cui non starò qui a scrivere la ricettina...Ma finalmente ho messo in uso un suggerimento che ha evitato stavolta il solito sfrigolio e spappolamento del piccolo cono. Per anni ho pensato che i crocchè non mi riuscissero più per colpa delle patate per cui ho cambiato patate, ma niente. Allora ho chiesto in giro con il risultato di acquisire i più svariati suggerimenti..usa l'uovo così, impana colì, finchè ecco svelato l'arcano.
Una volta amalgato il composto di patate con quel che vi pare, passare tutto sul fuoco e fare asciugare. Dopo di che procedere a fare le forme, passarle nell'uovo sbattuto e nel pan grattato, quindi friggere.
Il risultato è notevole!
Chiunque abbia sani e riusciti suggerimenti per un buon fritto....SI FACCIA AVANTI!

Etichette: ,

Pasta e fagioli...rapida!

mercoledì, novembre 07, 2007

pasta e fagioli rapida
E' strano, i fagioli non le piacciono. E' proprio una di quelle cose che violamelanzana non gradisce...eppure a volte i fagioli son buoni. Allora, si chiede Viola, esisterà qualcosa a cui lei potrà votarsi quando proprio non deve mangiare?
C'è qualcosa al mondo di fronte alla quale lei storcerà il naso e rifiuterà di ingurgitare nella sua bocca famelica?
Insomma ancora devono scoprire i migliori dietologi del mondo cosa violamelanzana non mangerebbe anche in caso di dieta forzata...
Per adesso c'è una pasta e fagioli che la raccolta I grandi primi di Sale & Pepe annovera tra le facili e veloci da preparare... vedete un po' voi se è veloce, buona lo è davvero!


Ingredienti
800 gr di cannellini in scatola
una cipolla
una costa di sedano
una carota
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
un cucchiaio di farina
un po' di brodo vegetale
300gr di pasta (la ricetta portava le lasagnette all'uovo, ma per essere proprio rapidi, abbiamo optato per della pasta corta..)
2 pomodori
salvia
timo
rosmarino
sale&pepe


Sgocciolate i fagioli cannellini, sciacquateli rapidamente e frullatene la metà. Frattanto preparate un po' di brodo vegetale. Sbucciate la cipolla, pulite la costa di sedano, tritatele finemente e fatele soffriggere in una casseruola con la carota affettata a rondelle sottili e l'olio. Unite i fagioli interi e lasciate insaporire per qualche minuto. Aggiungete la farina, stemperata in un mestolo di acqua tiepida e mescolate bene, in modo che non si formino grumi. Incorporate i fagioli frullati in un litro di brodo vegetale, mescolate con cura e riportate a bollore. Proseguite la cottura per una decina di minuti, aggiungete la pasta e lasciatela cuocere, mescolando spesso con un cucchiaio di legno. Quasi a fine cottura, unite i pomodori spellati, privati dei semi e spezzettati, poi regolate di sale. Profumate la preparazione con qualche fogliolina di salvia, di timo e qualche ago di rosmarino. Lasciate riposare per un quarto d'ora e servite la minestra tiepida, dopo averla condita con un filo d'olio e una macinata di pepe.

Etichette: ,

 
   





© 2006 Viola Melanzana | Blogger Templates by Gecko & Fly.
No part of the content or the blog may be reproduced without prior written permission.
Learn how to Make Money Online at GeckoandFly