<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d22443823\x26blogName\x3dViola+Melanzana\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://violamelanzana.blogspot.com/\x26vt\x3d6791898658958597221', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Viola Melanzana

un modo spiritoso per parlare delle mie passioni,dei miei esperimenti, dei miei pasticci..un modo spiritoso per trasmettere quello che so, quello che osservo, quello che continuo ad imparare ogni giorno.
 

Le polpette di ripasso

lunedì, marzo 30, 2009

polpette di ricotta 2

la cucina degli avanzi a volte può risultare molto gustosa, può toglierci qualche cadavere dal frigo e soprattutto aiuta ad evitare lo spreco. Quando poi la cucina di avanzi ha gli odori e i sapori dell'infanzia tutto è molto più incoraggiante.
Queste polpettine che ho chimato "di ripasso" giusto per rimanere in tema di "transizioni" sono polpettine di ricotta, di una semplicità quasi commovente, ma che come le fa la mamma non le fa nessuno. Un odore e un sapore che mi riporta ai grembiulini della scuola, ai fiocchetti rosa e azzurro, al primo dente che cade, all'incerata giallina (in tante occasioni odiata), al primo cagnolino della mia lunga serie di ammassi di pulci, ai pianti e alle risate stupide da bambina, insomma ad una spensieratezza che ormai non c'è più, ma che fa sempre piacere ricordare...Queste polpettine però sono ancora sulla mia tavola, tra i pochi piatti dei ricordi, inalterate, queste, forse grazie al fatto che abito a mozzarellandia. Ebbene qui, oltre alle mozzarelle, c'è produzione industriale anche di bianca e gustosissima ricotta e la ricotta oltre a farcire i ravioli si può utilizzare, invece di buttarla, anche così....

250 gr di ricotta di bufala
1 tuorlo d'uovo
sale&pepe
grana grattugiato
farina


Mantecare la ricotta con il tuorlo, il sale e il pepe. Aggiungere un po' di grana, formare delle piccole palline e passarle nella farina. Friggere in olio bollente finchè non si forma una piccola crosticina dorata.

Attenzione...una tira l'altra!

Etichette: ,

 
   





© 2006 Viola Melanzana | Blogger Templates by Gecko & Fly.
No part of the content or the blog may be reproduced without prior written permission.
Learn how to Make Money Online at GeckoandFly